Dopo anni di grigio, riecco l'azzurro! (1ª parte)

2008-09: il trionfo atteso 14 anni!
Fabrizio Syd Santuccio

La manifestazione del precedente aprile aveva smosso le acque: durante l’estate arrivò l’accordo con la ERG per la sponsorizzazione e si avviò la rizollatura del manto del Nicola De Simone. Nel frattempo arrivarono il nuovo direttore generale, Nicola Pannone, già con noi in passato e il direttore sportivo che nel corso degli anni si sarebbe conquistato la città, Antonello Laneri.

La squadra che nella stagione precedente aveva sfiorato l’impresa ai play off ebbe alcune conferme importanti, tra queste ricordiamo l’allenatore Gaetano Auteri, i portieri Luca Siringo e Massimo Fornoni, i difensori Maurizio De Pascale, Giovanni Iodice, Maximiliano Ginobili e il duttilissimo Antonio Strigari, i centrocampisti Nicola Mariniello e Giorgio Giurdanella, gli esterni Antonio Gaudio e Federico Bufalino. A questi si aggiunsero i difensori Carmelo Accaputo e Giuseppe Occhipinti, i centrocampisti Vincenzo Berti e successivamente anche José Cianni, mentre in attacco la rivoluzione fu totale. Il Siracusa prese i vincitori delle classifiche marcatori dei gironi I e H della stagione precedente, rispettivamente Vincenzo Cosa dal Cosenza e Cosimo Sarli dall’Aversa Normanna, ma non si limitò a loro. A completare il reparto offensivo arrivarono Gianluca Catania, Sebastiano Garufi ed Emanuele Dalì. Una vera e propria corazzata per la categoria.

La coppa fu snobbata, il Siracusa si fece eliminare al primo turno per concentrarsi solo sul campionato, senza inutili distrazioni.

Il campionato iniziò e fu una vera e propria marcia trionfale. Dopo poche settimane di partite vinte in scioltezza, con il Siracusa già in testa, si delinearono le avversarie intenzionate a contendere il primato agli azzurri. Tra queste la Viribus Unitis, il Sapri, la Nissa e la Neapolis Mugnano. Tutto sembrava procedere senza intoppi, almeno nei risultati, ma a dicembre accaddero due cose che smorzarono leggermente l’entusiasmo e provocarono un sensibile calo delle presenze sugli spalti.

Il primo episodio, che ancora oggi appare grottesco, fu la vicenda dello stadio. Il presidente Salvoldi aveva urlato ai 4 venti che voleva costruire lo stadio nuovo, nel frattempo il De Simone perse l’agibilità per via della pensilina dichiarata pericolante. Per il derby contro il Trapani, con una coreografia meravigliosa dei tifosi in curva, la tribuna fu chiusa e furono utilizzati degli spogliatoi prefabbricati. Il resto della stagione si giocò con la tribuna scoperta, simbolo eloquente del degrado della città, anche in una stagione trionfante come quella che si stava vivendo.

Il secondo episodio fu l’inattesa (e mai del tutto chiarita) rescissione del contratto del capitano Maurizio De Pascale, che si era legato tantissimo alla città e che la gente amava, tanto che la stessa dirigenza lo aveva usato come front man per la campagna abbonamenti in estate. Presumibilmente la causa furono i dissapori col mister, che lo impiegava col contagocce.

Delle varie partite c'è veramente poco da dire: in campo si susseguivano vittorie su vittorie, intervallate ogni tanto da qualche pareggio, con gli avversari che già a dicembre avevano capito che a loro restava da lottare solo per i play off.

Come un fulmine a ciel sereno, a circa tre quarti di campionato in seguito a qualche imprevista battuta d’arresto, mister Auteri annunciò alla stampa le sue dimissioni. Il presidente in un primo momento le respinse, ma poi fu costretto ad accettarle. Le motivazioni di Auteri (“frattura con la società”) non spiegarono i motivi di tale scelta, peggio fece il presidente, che parlò di “tradimento sportivo”. La squadra fu affidata al duo composto da Aprile e Laneri fino a fine stagione, con il campionato ormai praticamente vinto senza che fosse mai stato conteso realmente da qualche avversaria.

Il 29 marzo 2009, con ben 6 giornate d’anticipo, la doppietta di Cosa pose fine a una maledizione lunga 14 anni, fatta di illusioni e delusioni, di scelte scellerate e disfatte clamorose, di polvere e fango, di rabbia e grigiore: il Siracusa aveva vinto il campionato ed era finalmente tornato in serie C!


Parte successiva =>

Fabrizio Syd Santuccio

Vedi anche
Stagioni: 2008-09 ~ Calciatori: Carmelo Accaputo ~ Vincenzo Berti ~ Federico Bufalino ~ Gianluca Catania ~ Josè Francesco Cianni ~ Vincenzo Cosa ~ Emanuele Dalì ~ Maurizio De Pascale ~ Massimo Fornoni ~ Sebastiano Garufi ~ Gianluca Gaudio ~ Maximiliano Ginobili ~ Giorgio Giurdanella ~ Giovanni Iodice ~ Nicola Mariniello ~ Giuseppe Occhipinti ~ Cosimo Sarli ~ Luca Siringo ~ Antonio Strigari ~ Allenatori: Gaetano Auteri ~ Presidenti: Luigi Salvoldi ~ Partite: Siracusa - Rosarnese